MATINEES SCOLASTICHE 2016-17

PER LE MEDIE DI I GRADO e II GRADO



 27 marzo 2017 ore 10.30
 MTM TEATRO LEONARDO (via Ampère 1 - Milano)
 IO, LUDWIG VAN BEETHOVEN
 progetto e regia di Corrado d'Elia 

 età consigliata: 13-19 anni
 costo biglietto per studenti: €10

 Ludwig van Beethoven fu uno dei più grandi geni musicali mai esistiti.
 Non si può comprendere il genio con occhi normali, non rientra in nessuna categoria e la sua complessità non si può afferrare.
Indagarne la vita vuol dire accostarsi ad altezze umanamente insolite, rubarne per un istante la grandezza e la follia per raggiungere ebrezze ed emozioni insperate.
Così, partendo da una passione antica, ci accostiamo a Beethoven con emozione per indagarne i tanti misteri, la sordità, i rapporti col padre e con il suo tempo, il suo talento, gli amori, profondi e contrastati, le sue durezze e soprattutto la sua musica, la sua musica immortale...




29 marzo 2017 ore 10.30
MTM TEATRO LEONARDO (via Ampère 1 - Milano)

DON CHISCIOTTE
da Miguel de Cervantes
regia di Corrado d'Elia 


età consigliata: 13-19 anni
costo biglietto per studenti: €10



Seduto dentro la fusoliera di un piccolo aereo, vestito da aviatore, tra carte geografiche, occhialoni, fogli sparsi e libri d'avventura, Corrado d'Elia ci accompagna nelle pagine del capolavoro di Cervantes, facendoci entrare in una Mancha ideale, lasciandoci perdere tra locande, mulini, paesi arroccati e castelli dove Don Chisciotte e il suo fido e paziente scudiero Sancho Panza compiono le loro gesta in nome della bellissima Dulcinea.
Così, nel procedere del racconto, anche noi piano piano ci perdiamo, nelle nostre pagine interiori, quelle più intime, dove si nasconde ciò che più ci piace, ciò che siamo e ciò che forse un giorno ci siamo dimenticati.
Una dedica a tutti gli illusi, a quelli che parlano al vento.
Ai pazzi per amore, ai visionari, ai poeti del quotidiano, a coloro che darebbero la vita per realizzare un sogno.



 24, 28, 30 Marzo 2017 ore 10.30
MTM TEATRO LEONARDO (via Ampère 1 - Milano)
ROMEO E GIULIETTA
di William Shakespeare
regia di Corrado d'Elia

età consigliata: 13-19 anni
costo biglietto per studenti: €10


Su una scena composta da muri umani che si muovono e si intrecciano al ritmo di un'ossessiva musica trance, riviviamo l'appassionata vicenda dell'amore di Romeo e Giulietta e dell'odio di due potenti famiglie.
Un frate, esperto alchimista di vita e di morte, conduce esperimenti con alambicchi umani, versando in ampolle vive le sue pozioni animate e scalando fino all'ebollizione gli animi già infuocati degli uomini. Allora il tempo si sdoppia e per uno scherzo del destino le ore dei due amanti si sfalsano e si moltiplicano in corse infinite. Così, una lettera che doveva arrivare non arriverà mai e il tempo del risveglio per uno diventa il tempo di morte per l'altro. Amore e Morte, ancora una volta insieme, ad unire per sempre ciò che l'odio avrebbe tenuto eternamente distante: due amanti, parti tenute insieme ma leggermente sfalsate in un'unica meravigliosa, eterna storia d'amore.
Uno spettacolo magico, dinamico, emozionante e coinvolgente per raccontare questa storia senza tempo. Due famiglie, Montecchi e Capuleti, ma soprattutto due generazioni: quella dei ragazzi e quella degli adulti. Due mondi tragicamente incapaci di comunicare tra loro. Due linguaggi diversi, qui intrecciati a creare un equilibrio delicato, nella bella Verona.


APPUNTAMENTI PASSATI...



26 e 28 Ottobre 2016 ore 10.30 


MTM TEATRO LITTA (corso Magenta 24 - Milano)
CIRANO DI BERGERAC
di Edmont Rostand
regia di Corrado d'Elia
con Corrado d'Elia e gli attori della Compagnia

età consigliata: 11-19 anni
costo biglietto per studenti: €10

Sarà Corrado d'Elia a interpretare in maniera sentita ed appassionata l'indomito guascone dal lungo naso e dalla irresistibile vitalità a raccontare del suo amore non corrisposto per Rossana, innamorata però di Cristiano, bello ma privo di spirito. Virtuoso insuperabile della spada e della parola, Cirano pagherà con la morte la sua diversità ed il rifiuto delle convenzioni sociali, dell'asservimento politico e culturale, del conformismo ideologico. Verrebbe da dire, un esempio per il nostro tempo.
Con momenti di intensa fisicità e nella maniera visionaria e sentita cui Corrado d'Elia ci ha abituato, svestito delle piume del romanticismo e delle facili rime, tradotto in prosa, questo Cirano affascina ancora per la fedeltà irremovibile ai suoi sogni.

 
10 gennaio 2017 ore 10.30 
MTM TEATRO LITTA (corso Magenta 24 - Milano)
NOVECENTO
di Alessandro Baricco 
diretto ed interpretato da Corrado d'Elia

età consigliata: 13-19 anni
costo biglietto per studenti: €10



"Suonavamo perché l’Oceano è grande, e fa paura, suonavamo perché la gente non sentisse passare il tempo, e si dimenticasse dov’era e chi era. Suonavamo per farli ballare, perché se balli non puoi morire, e ti senti Dio. E suonavamo il regtime, perché è la musica su cui Dio balla quando nessuno lo vede". 
Non si è completamente fregati finché si ha una buona storia da raccontare... e Novecento è sicuramente una buona storia da condividere, forse una delle migliori. La storia, incredibile, fantastica, quasi irreale di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista del mondo, nato su una nave e lì vissuto per tutta la vita, senza mai scendere. L'uomo che sapeva suonare una musica... indefinibile, soprattutto quando suonava in terza classe, per chi non se la poteva permettere.
La dimensione è quella del ricordo, denso, intenso, come accade con le grandi storie che parlano di un tempo andato e riempiono le ore lunghe, magari ascoltate dalla rauca voce di un marinaio in una bettola in un porto, tra incanto e incredulità, tra verità e allucinazione. Il tempo della storia sono i meravigliosi Anni Venti, a cavallo tra le due guerre, l'età del jazz, quando ogni cosa sembrava muoversi seguendo quel ritmo irresistibile e gradevolmente denso di quando le parole e la musica si incontrano in accordo e si scambiano i ruoli: le parole diventano musica e le note racconto indispensabile, fino a comporre una partitura originale, unica. Il luogo, è una nave, il Virginian, dal nome che sa di lontano, che fa la spola dall'Europa alla sognata America e che racchiude in sé tutte le storie del mondo. Per tutto questo Novecento non è un monologo, ma un incarnato di perfezione, una favola struggente e bellissima da raccontare con la stessa malinconica voluttà che lui usava quando accarezzava le curve di un ragtime.
Con capacità da acrobata e intensità poetica, Corrado d'Elia racconta Novecento con la leggerezza di un sogno, suonando con magia una partitura di fini emozioni.


13 gennaio 2017 ore 10.30
MTM TEATRO LITTA (corso Magenta 24 - Milano)
ILIADE
da Omero
progetto e regia di Corrado d'Elia

età consigliata: 11-19 anni
costo biglietto per studenti: €10



Essere miti, questo vuol dire essere forti (Omero, Iliade)
L’Iliade è uno dei pilastri della letteratura occidentale.
Nei suoi versi sono racchiusi insieme l'archetipo e il paradigma del nostro sentire, i fondamenti della nostra cultura.
È l'origine, il master, il conio da cui ancora oggi muoviamo per raccontare e immaginare le nostre passioni e la nostra storia. È il coraggio delle parole, il loro senso più vero, più puro, il peso del logos di fronte alla perdita di significato che ogni giorno racconta il nostro tempo. È il luogo dell'anima dove ogni parola diventa argomento e ogni verso una storia, l'antico che si fa contemporaneo, l'ancestrale che si incarna nel tempo nuovo.  È la coscienza rivelata del silenzio. Non solo quindi la cronaca della prima grande guerra di cui abbiamo notizia, ma il suo straordinario percorso di umanità e di contemporaneità.  Ascoltare Iliade davanti ad un moderno cantore, ad un nuovo aedo, vuol dire ripercorrere quel filo che collega mito, epica, narrazione e presente. I sentimenti degli esseri umani non hanno tempo. E l'amore e l'odio che Omero cantava, le gesta dei grandi uomini, le loro passioni, sono i medesimi di oggi con la stessa potenza dirompente e il loro essere sentimenti assoluti. L'umanità del mito dunque, di cui ancora oggi ognuno di noi è intriso fino al midollo. Da li infatti veniamo tutti. Per questo sentiamo l'urgenza di raccontare questa storia straordinaria.
Per unirci in un rito antico come il tempo e rispondere alla domanda che da sempre ci muove: che cos'è alla fine Troia per noi?
                        

INFO E PRENOTAZIONI
Beatrice Nannetti Pozzi 
3381620051
i
nfo@corradodelia.it



 

 
 

 

Compagnia Corrado D'Elia c/o Teatro Litta , C.so Magenta 24 20124 Milano
©2017 All Rights Reserved [ come arrivare ]