Allegato A al n. 10239/7805 di Repertorio


STATUTO


DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO - DURATA
Art. 1 - E costituita l'Associazione: "COMPAGNIA CORRADO d'ELIA"
Art. 2 - Essa ha sede in Milano, Corso Magenta 24.
Art. 3 - L'Assoclazione è autonoma e indipendente, non ha fini di lucro e si propone di promuovere e favorire l'attività culturale e, In particolare, teatrale con vocazione europea, al fine di sensibilizzare e sollecitare la partecipazione popolare, favorire la qualità artistica ed il rinnovamento dell'offerta teatrale consentendo ad un pubblico sempre più amplo di accedere all'espertenza teatrale, con particolare riguardo alle nuove generazioni.
Al centro dell'attività dell'Associazione si pongono la produzione e la realizzazione di spettacoli teatrali, la gestione di teatri, di cinema, di luoghl di cultura e di intrattenimento in genere, citre allo studio, alla ricerca, al dibattito, alla formazione e all'agglomamento culturale, l'intrattenimento musicale e comunque ogni iniziativa diretta alla diffusione del teatro, della cultura e dello spettacolo in genere.
A titolo esemplificativo e non tassativo, l'Assoclazione si propone di svolgere anche le seguenti attività:
- tavole rotonde, convegni, conferenze, congressi, dibattiti, inchieste, corsi, seminari, proiezione di films e documentarl
culturali o comunque di interesse per I soci;
- attività multidisciplinari (teatro, video, arte) In ambito socio-culturale, ricreative e turistiche, esposizioni ed eventi d'arte, nonché iniziative volte alla sperimentazione multimediale e multidisciplinare; promuovere e curare direttamente o Indirettamente la redazione e l'edizione di libri, e pubblicazioni editoriali multimediali, audio-video, periodiche in ambito informativo/divulgativo, artistico, socio-culturale, turistico, e delle nuove tecnologie.
- altresì di istituire concorsi e assegnare borse di studio.
L'Associazione si propone, altresì, di sensibilizzare la collettività sulle problematiche correlate alla solidarietà, organizzare campagne di sensibilizzazione e di raccolta di fondi sui temi della solidarietà internazionale; predisporre e realizzare
progetti di cooperazione Internazionale.
Svolgere in genere tutte le attività che si riconoscono utili per il raggiungimento del fini che l'Associazione si propone.
L'Assoclazione potrà partecipare quale soclo ad altre associazioni, federazioni di associazioni o altri organismi collettivi aventi scopi analoghi, connessi o complementari al proprio.
Art. 4 - L'Associazione ha durata illimitata.

PATRIMONIO ED ESERCIZI SOCIALI
Art. 5 - Il patrimonio dell'Associazione è costituito da:
- contributi degli aderenti;
- contributi di privati;
- contributi dello Stato, di enti ed Istituzioni pubbliche finalizzati al sostegno di specifiche attività e progetti;
- contributi di organismi Internazionali;
- donazioni e lasciti testamentari;
rimborsi derivanti da convenzioni;
- ricavato dall'organizzazione di manifestazioni a dalla partecipazione ad esse;
- diritti di sfruttamento di opere intellettuali, brevetti, copyright e diritti d'autore;
- ogni altra entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale.
Art. 6 - L'esercizio finanziario chiude il 31 dicembre di ogni anno. Entro sessanta giorni dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto dal Consiglio Direttivo il bilancio consuntivo con un rendiconto economico e finanziario, quello preventivo del
successivo esercizio.
E fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonchè fondi e riserve durante la vita dell'Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano Imposte dalla legge.

SOCI
Art. 7 - Sono soci le persone che hanno sottoscritto l'atto costitutivo e le persone od enti ammessi successivamente dal
Consiglio In quanto condividono gli scopi dell'Associazione e vengono ritenuti idonei al loro persegulmento.
Art. 8 - Tutti I soci hanno uguali diritti ed uguali obblighi nei confronti dell'Associazione e sono tenuti a pagare una quota associativa annua che verrà determinata dal Consiglio Direttivo con delibera da assumere entro il mese di dicembre di ogni anno e valida per l'anno successivo.
Le quote associative sono intrasmissibili.
Art. 9 - La qualità di socio e a tempo indeterminato e si perde per decesso, recesso, morosità o indegnità: la morosità verrà dichiarata dal Consiglio; la indegnità verrà sancita dall’Assemblea dei soci.

AMMINISTRAZIONE
Art.10 - L'Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da tre a sette membri eletti dall'Assemblea dei soci per la durata di due anni.
In caso di dimissioni o decesso di un consigliere, il Consiglio alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima assemblea annuale,
Art. 11 - Il Consiglio nomina nel proprio seno un Presidente, un vicepresidente e un Segretario, anche estraneo, ove a tali nomine non abbia provveduto l'Assembiea del soci.
Nessun compenso è dovuto ai membri del Consiglio.
Art. 12 - Il Consigllo si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta da almeno due dei suoi membri. E comunque almeno una volta all'anno per deliberare In ordine al consuntivo ed al preventivo ed all’ammontare della quota sociale. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza del membri del Consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; In caso di parità prevale il voto di chi presiede.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vicepresidente, in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti.
Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale, che verrà sottoscritto dal Presidente e dal
Segretario,
Art. 13 - Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria dell'Associazione.
Esso procede pure alla compilazione dei bilanci preventivi e consuntivi ed alla loro presentazione all'Assemblea, alla nomina di dipendenti ed Implegati determinandone la retribuzione e complla il Regolamento e il Codice Etico per il funzionamento della Associazione, la cui osservanza è obbligatoria per tutti | soci.
Art. 14 - Il Presidente, ed in sua assenza Il Vicepresidente, rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti del terzi ed in giudizio, cura l'esecuzione dei dellberati dell'Assemblea e del Consigllo; nei casi di urgenza, può esercitare i poteri del Consiglio, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione.

ASSEMBLEE
Art. 15 - I soci sono convocati In assemblea dal Consiglio almeno una volta all'anno entro Il 30 marzo mediante comunicazione per posta elettronica all'indirizzo risultante all'atto di iscrizione, almeno quindici giorni prima di quello fissato per l'adunanza.
L'assemblea deve pure essere convocata su domanda motivata e firmata da almeno un decimo del soci con un minimo di cinque.
L'assemblea deve essere convocata In Milano, anche fuori dalla sede sociale ed è ammesso il collegamento in audio e videoconferenza.
Art. 16 - L'assemblea delibera sul bilanclo consuntivo e preventivo, sugli indirizzi e direttive generali dell'Associazione, sulla composizione del Consiglio Direttivo, sulla nomina dei componenti di questo, sulle modifiche dell'atto costitutivo e dello statuto, in materia di amministrazione straordinaria e su tutto quant'altro ad essa demandato per legge o per statuto.
Art. 17 - Hanno diritto di intervenire all'assemblea tutti I soci in regola col pagamento della quota annua di associazione.
I soci possono farsi rappresentare da altri soci con delega scritta.
Art. 18 - L'assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio, in mancanza dal Vicepresidente; in mancanza di entrambl l'assemblea nomina il proprio Presidente.
Il Presidente dell'assemblea nomina un segretario e, se lo ritiene il caso, uno o più scrutatori.
Spetta al Presidente dell'assemblea di constatare la regolarità delle deleghe ed in genere il diritto di Intervento all'assemblea.
Delle riunioni di assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente dal Segretario ed eventualmente dagli scrutatori.
Art. 19 - Le assemblee sono validamente costituite e deliberano con la maggioranza del voti, qualunque sia il numero degli intervenuti.
Art. 20 - Collegio dei Probivirl
Il Collegio dei Probiviri viene eletto dall'Assemblea dei Soci.
Qualsiasi associato con una anzianità di associazione di almeno tre anni consecutivi può candidarsi all'elezione per la carica di Probiviro, purché non ricopra altre cariche sociali o intenda candidarsi ad esse, sia in regola con tutti gli articoli statutari e non sia mai stato soccombente In un giudizio di violazione del Codice Deantologico.
Il Cotlegio dei Probiviri, in carica per tre anni, si compone di tre membri che sceglieranno tra loro il Presidente del
Collegio con potere di rappresentanza.
La funzione del Collegio dei Probiviri è quella di controllare il rispetto delle norme statutarie, etiche e deontologiche da parte degli associati e degli altri organi sociali e di rendicontazione dell'attività assoclativa.
Il Collegio dei Probivirt opera in piena Indipendenza e risponde, per il tramite del suol componenti, esclusivamente all'Assemblea dei Soci.

SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE
Art. 21 - Lo scioglimento dell'Assoclazione è deliberato dell'assemblea, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio residuo ad altra associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilita, salvo altra destinazione imposta dalla legge o da organismi di controllo.


Firmato Corrado Elio Maria d'Ella
Firmato Giulio Grilli