OTELLO
DAL 25/10/2023 AL 02/11/2023
MTM - TEATRO LEONARDO MILANO

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO


di William Shakespeare
regia e adattamento di Corrado d'Elia
assistenti alla regia Marco Rodio e Marco Brambilla
con Corrado d'Elia, Giuseppe Sartori, Chiara Salvucci, Marco Brambilla, Giovanni Carretti, Marco Rodio, 
Gianni Quillico, Dominique Evoli, Sara Dho.
scene Fabrizio Palla
foto di scena Angelo Redaelli
tecnico luci Francesca Brancaccio
tecnico audio Gianluca Agostini

produzione Compagnia Corrado d’Elia

Uno spettacolo di grande impatto emotivo, carnale e visionario, che restituisce al testo di Shakespeare originalità e ritmo, colore e poesia. Corrado d’Elia porta in scena le più scoperte pulsioni umane.

Il nero, a nascondere e confondere. E l’acqua, a inumidire e rendere indecifrabile ogni certezza. In un’atmosfera nera come la notte, in cui incubo e reale sono la stessa cosa, il dubbio risale da scure pozze sorgive nelle quali i personaggi si immergono, liquefacendo via via certezze, emozioni e sentimenti.

Una scena essenziale, con una nicchia centrale sul fondo per incorniciare visioni demoniache e due tombe d’acqua in primo piano, ad evocare vischiose trappole dell’anima, magiche polle sorgive cui attingere forza o ammalarsi per sempre, cedendo alle diaboliche trame di Iago.
Unico elemento di scena è un trono, affilato come una lama ed emblema di potere.

L’Otello di d’Elia è insieme vittima sacrificale e crudele assassino, divorato dal dubbio e dall’ansia, da quel “tutto è possibile” che via via corromperà ogni certezza, finendo per rendere labile il confine tra bene e male, intaccando perfino il più sacro dei sentimenti, l’amore.

“Sulla linea di confine tra ombra e luce, diventa labile il confine tra bene e male, tra “onesto” e “disonesto”, tra amore puro e crudele inganno. Intorno a tutto questo abbiamo costruito i silenzi, le attese e le tensioni.” (Corrado d’Elia)

Alcuni estratti della critica                                                                           
È una storia di passioni violente, d’amore e di morte. È un “Otello” dove il sociale è cancellato, non c’è Venezia, non c’è Cipro, ci sono solo sentimenti che in un’atmosfera in bilico tra veglia e incubo si aggrovigliano come serpi nel cesto di un incantatore. Corriere della Sera

Un OTELLO visionario, carnale, asciutto e assolutamente fedele al testo originale. Il Giorno
 
Un allestimento catartico, tutto concentrato come un’ossessione, in cui gli scontri sono più fisici che verbali, e in cui gli uomini si mutano in licantropi, storpiandosi in ghigni animaleschi. La Repubblica
 
Lo spettatore, di fronte a un allestimento quasi cinematografico, sarà travolto da una girandola di emozioni. Il Giornale
 
Una regia originale, fortemente simbolica e dal taglio cinematografico dove passione ed emotività si mescolano tra luci ed ombre, incubo e reale, in una tragedia strutturata sull’ambiguità della vita. La Provincia pavese
 
L’Otello di Corrado d’Elia, privo di orpelli scenografici e stilistici, riesce a restituire originalità, ritmo, poesia e colore al dramma di Shakespeare. Il Giornale
 
È il buio dell’ambiguità, del sospetto e del dubbio a dominare la regia di Corrado d’Elia, talentoso regista. Mediasetonline.it
 
Ambientata nel limbo senza tempo di una scena tutta nera dominata da due polle d’acqua dalla luminosità iridescente, la versione di d’Elia rilegge la tragedia del Moro come un viaggio onirico tra i sentimenti, le passioni, l’invidia, l’odio e l’ambizione in cui ancora una volta non è tanto la gelosia quanto l’inquietudine generata dal dubbio a provocare il delitto di Otello. Vivimilano

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL TUO BIGLIETTO

Modalità d’acquisto
ON-LINE sul sito vivaticket.it
presso le BIGLIETTERIE MTM 
corso Magenta 24 (lun-sab dalle 15.00 alle 20.00)
al TELEFONO chiamando al 02.86454545
via MAIL scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rassegna Stampa

Stagione 2023-2024

La Repubblica 25.10.23
Il Giorno 25.10.23
Milanoateatro.it 26.10.23
I-CULT.it 27.10.23
Il Dogville 28.10.23
Teatro online.it 30.10.23
Monza Oggi 31.10.23


Stagione 2015-2016

mondopressing.com  28.10.2015
assesempione.info   04.11.2015
lastampa.it 04.11.2015
Corriere della Sera 03.11.2015​
milanoteatri.it  05.11.2015
alibionline.it 05.11.2015
artslife.com  05.11.2015
Sky Arte 06.11.2015
artalks.net 09.11.2015​
lospettacoliere.it  08.11.2015​
vulcanostatale.it 10.11.2015​
recensito.net 11.11.2015
Il Giorno 03.11.2015​
puntoelineamagazine.it 02.11.2015
teatrionline.com 20.10.2015
ambienteeuropa.info 02.11.2015
officinemilanesi.blogspot.it
gufetto.press 07.11.2015

Stagione 2007-2008

 
Stagione 2002-2003

La Zona Milano sei 06.2003
La Zona Milano sei  05.2003
Il Giorno 21.05.2003
Il Giornale 22.05.2003
City Milano 21.05.2003

Stagione 1999-2000

 

Stagione 1998-1999

 

 

Cosa dicono di noi
Ieri ero in prima fila. Quando Otello ha strangolato Desdemona mi è venuto da piangere. E sì che l'ho letto, e visto, tante volte... che bravi! 
S F 

Complimenti a tutto il cast. Sono uscito da teatro sabato pomeriggio con un gran pugno nello stomaco. Desdemona è stata LA speranza in tanto male. Spettacolo superlativo, agghiacciante..bravi

J Z 

Sono venuta al Litta a vedere Otello! La tua regia e la tua recitazione creano sempre grandi emozioni! Sono uscita dal teatro fiera di aver studiato nella scuola Teatri Possibili
D B

 

Grazie per lo spettacolo di questa sera! Bravissimi tutti!

D E 15.11.2015

Grande Corrado! Bellissimo spettacolo! 

Ti ringrazio ancora per le emozioni che sempre ci regali.
L C 15.11.2015
 
I miei più sinceri complimenti per il tuo lavoro sul testo, la regia e la tua ottima interpretazione.
ho trovato il tuo Otello uno spettacolo bello,intelligente e compatto, e al contempo intenso e emozionante...
davvero grazie per avermi regalato un pomeriggio di alto teatro!!!
MGC 15.11.2015
 
E poi non te ne vorresti andare....e rivederlo ancora ...anche se e' per l' ennesima volta............
S O  15.11.2015
 
Corrado d'Elia, Alessandro Castellucci, siete riusciti a farmi tornare a teatro dopo una lunga assenza
Uno spettacolo strepitoso, fisico, sanguigno (e anche un po umido per voi...) Ne valeva la pena...Bravissimi voi e tutta la Compagnia!
C P· 15.11.2015
 
Grande Corrado D' Elia,riesce sempre ad emozionarmi.
F P 15.11.2015
 
Ho pianto per l'emozione : è stato bellissimo, come sempre !
L A 15.11.2015
 
Che serpe Iago ... una serpe verde come la gelosia che "si diletta col cibo di cui si nutre.” 
Grande d'Elia che non delude mai ...  bravi anche Otello e Desdemona
C C 14.11.2015
 
Ero in prima fila. Complimenti! Spettacolo stupendo! Molto convincente lei nei panni di Iago ma tutto il cast eccelle. E che bravo l'attore che interpreta Otello!!!
R M 14.11.2015
 
Appena finito... Eccezionale ... Come sempre! Fin quando non verrai a roma io verrò a Milano per ammirare la tua arte!
S R A 14.11.2015
 
Bellissimo ho visto la prima !
SS 13.11.2015
 
L’elemento acqua ti prende sin dall inizio ..ti scivola addosso e ti avvolge in un ambiente cupo..mi sono emozionato come sempre siete stati grandissimi tutti.......
C A  14.11.2015
 
Superba interpretazione. L' emozione mi accompagna ancora.
F P 13.11.2015
 
Ero ieri sera a vedervi, che lavoro eccezionale e che squadra, Corrado! Complimenti davvero a tutti, complimenti a te per la grande difficoltà di aver diretto da dentro tutta la bella macchina di Otello!
F F B 13.11.2015
 
B R A V I S S I M O! Che dire spettacolo entusiasmante... Grazie!
C M 13.11.2015
 
Fantastico esattamente come mi aspettavo. ..una serata molto emozionante. .
L G 13.11.2015
 
Stasera vi ho visto al Litta, spettacolo meraviglioso e molto emozionante! Congratulazioni a te e alla compagnia, davvero bravi. Un abbraccio, anche se nn ci conosciamo! Alessandra
A V 12.11.2015
 
Spettacolo molto intenso, emozionante ed avvincente!
Complimenti!!!!
F. G. 12.11.2015
 
Grande Corrado! Bellissimo spettacolo … davvero bello tutto! Regia attori luci messa in scena e soprattutto Iago!
G.K. 12.11.2015
 
Volevo congratularmi con lei per la spettacolare interpretazione di questa sera nella quale è riuscito a farsi amabilmente "odiare" quanto "amare" per la magistrale interpretazione de Cirano de Bergerac pièce con la quale l'ho conosciuta
P. E. 12.11.2015
 
Ieri sera ho visto il tuo Otello..sei stato ME RA VI GLIO SO!
A G 12.11.2015
 
Grande Corrado per ieri!! Ottima interpretazione, avete incantato il palco! È stato un piacere venire a vedervi, anche se abito a 1 ora e mezzo da milano è stato un piacere
Ci vedremo al prossimo spettacolo di sicuro!
L. B. 11.11.2015
 
Corrado, la cosa bella dei tuoi spettacoli è che lasciano sempre dentro uno stato di leggera esaltazione. Si esce sotto le stelle "della vita vera" con un po' meno paura nel cuore. Eravate bellissimi. E Desdemona vi illuminava tutti. Grazie.
T. S. 11.11.2015
 
Complimenti! Gran bello spettacolo e voi siete bravissimi. Penso che abbiate reso alla perfezione l'antitesi di sentimenti tra Iago e Otello e soprattutto la corrosione d'animo che il dubbio shakesperiano porta nei corpi e nelle menti dei suoi personaggi. Sono rimasto positivamente colpito dalla vostra interpretazione!
N. B. 11.11.2015
 
Visto ieri sera, taglio davvero memorabile.
S. D. M.  11.11.2015
 

Mi sono svegliato con Il tuo Jago nella mente,
Sei Il mio mito!!!! ancora grazie Corrado

G V 10.11.2015

 

Un altro grande successo! Bravo Corrado.... complimenti! Bellissimo il tuo Otello...splendida  interpretazione di tutti....d'altronde quando c'è un grande regista....

V.B. 10.11.2015

 

Per me il tuo Otello è Teatro; con la T maiuscola

S B 10.11.2015

 

Mi avete tenuta incollata alla poltrona! Grande regia! Grazie per gli spunti di riflessione che hai saputo offrire...

I. O. 10.11.2015

 

Un Otello diverso e un Corrado d’Elia sempre sorprendente. Clap clap

C. A 10.11.2015

 

Corrado d’Elia è sempre il regista e l'attore più oltre di tutti. Strepitoso otello

C C 10.11.2015

 

"Non siamo quello che siamo...". Proprio vero Corrado d'Elia!! Come al solito fantastico! Iago rappresenta le nostre insicurezze, dubbi, debolezze dell'animo umano. Le hai rappresentate in una chiave tutta tua. Il classico riportato ad una moderna realtà. Perchè l'uomo è sempre LUI e tu riesci a coglierne gli aspetti più profondi. Introspezione continua che ci regali. Thks!

G d'A 10.11.2015

 

L'impatto di questo spettacolo é potente e rimane nella testa per giorni. Un Otello sensazionale interpretato dal grande Alessandro Castellucci . Bravissimi tutti, complimenti davvero sentiti.

C C ·10.11.2015

 

lo Iago di D'Elia l'ho trovato straordinario: il male per il male, ma quasi simpatico, burlone e perciò, anche piu inquietante . La scena di Fabrizio Palla è essenziale, ma , quando inizia lo spettacolo, ti fa immediatamente piombare in un'atmosfera da incubo, in cui aspetti con ansia, come se già non conoscessi la trama, che qualcosa di terribile succederà .
G M 10.11.2015

 

Ti ho visto questa sera a teatro.
Un bellissimo Otello complimenti.
Sei un perfetto Jago.

PS 10.11.2015

 

Grandiosi!!!!

FF 10.11.2015

 

E stasera d’Elia ha veramente superato se stesso, in questo passionale Iago. Grande interpretazione.

S C 09.11.2015

 

Semplicemente Stellari!!!!!!! Immensi come l'Oceano!!!!!

G V 10.11.2015

 

Sono venuto a vedere il suo spettacolo stasera e sono rimasto molto colpito ! Mi è piaciuto molto e sono riuscito a godermelo anche di più grazie alle spiegazioni che ci ha dato giovedì a lezione ! Grazie ancora 

M C 10.11.2015

 

Visto Otello stasera. Sei un grande!!!!

B R· 10.11.2015

 

Uno spettacolo che ti riconcilia con il Teatro, quello con la T maiuscola. Bellissimo, attori tutti fantastici, regia incalzante, cupa in grado di esaltare i caratteri alcuni dicono moderni, io penso umanamente immutabili, del testo.

D R 10.11.2015

 

Meraviglioso!!! Corrado Corrado d'Elia sei un mito!!!!
B R 10.11.2015

Ci tenevo a ringraziarla a nome di tutti per l'opportunità che ci ha concesso. Ci è piaciuto molto lo spettacolo e le facciamo, i più sentiti complimenti.

M F

 

Spettacolo meraviglioso! Mi ha fatto venir voglia di andare a teatro tutte le sere. Grazie a tutti!
#Othello @teatrolitta
E C 10.11.2015

 

Che bello spettacolo ! Non perdetevelo . Loro sono veramente bravi , ma soprattutto regalano allo spettatore un tocco di genialità .

V M S R 10.11.2015

 

Visto Otello stasera. Sei un grande!!!!

B.R. 05.11.2015

 

Sono stata rapita dalle parole e dalla scenografia. Perché Corrado D'Elia non fa teatro …. ma lui è teatro. Un peccato perderselo

M B 04.11.2015

 

Bello questo Otello che si nutre d'acqua, l'acqua della gelosia e dell'invidia…In alcuni momenti eravate dei tableaux vivants, Otello e Desdemona, il bacio di Hayez e anche altre magnifiche composizioni. I vostri costati…. 
Come si potrebbe fare a meno dell'arte? 
L. S. 04.11.2015
 

Ciao Corrado,
mi sono innamorata del tuo Iago quando ti ho visto al Teatro Corsini di Barberino di Mugello, lo scorso aprile. Mi hai colpita profondamente, con pochi elementi sei riuscito a delineare uno spettacolo bellissimo. Volevo farti i miei più sinceri complimenti e ringraziarti, perchè quando quella sera sono uscita dal teatro dopo aver visto Otello, ero così esaltata che ho sentito un'ulteriore spinta viscerale verso quella meravigliosa passione che è il Teatro. Mi sono detta: "sì, è questo che io voglio fare". Mi hai lasciato un segno indelebile, perciò GRAZIE. 
M. 21/11/2008

Sono una delle fortunate spettatrici dello spettacolo del 30 luglio ad 
Anagni..Grazie infinite per le emozioni, il ritmo incalzante, le atmosfere nuove e la prosa snella ed elegante..Un Otello superbo,davvero!
S.A. 1/08/08

Venerdì sera ero in prima fila, uno Iago strepitoso...grazie per la valanga di emozioni.
R.19/05/08

Complice la prima fila, ma a tratti non distinguevo la realtà dalla rappresentazione.
Grazie di nuovo.
A presto,
R. 19/05/08

Ciao corrado,
ho visto nel week end Otello al CRT, mi è piaciuto molto!
Ferrini non avevo mai avuto occasione di vederlo, mi ha proprio entusiasmato e mi sono piaciuti anche i comprimari, in particolare la ragazza che interpretava Emilia. E ripensandoci anche la scelta di tralasciare la parte finale della tragedia, la confessione di emilia, il suicidio di otello, che all'inizio mi aveva un po' lasciata perplessa, ha dato valore alla messa in scena. ha reso ancora più forte il dubbio che fosse tutto una proiezione della mente di Iago. Bella anche l'idea di fare un atto unico, il tempo è davvero volato!
Complimenti per lo spettacolo!
C. 12/05/08

Caro Corrado, 
domenica ero al CRT per il tuo OTELLO. Bhé... che dire? E' stato per me un bellissimo spettacolo. Era tempo che chiedevo al teatro simili emozioni, grazie!
R. 12/05/08

Voglio con questa mia esprimere al sig. D'Elia e a tutta la compagnia la nostra ammirazione per lo spettacolo!
L.R. 07/05/08

Il tuo Otello rimane una delle più belle
rappresentazioni Shakesperiane che abbia mai visto.
M.V. 4/10/07

Ciao Elisa,
ti ho visto nell'ultimo spettacolo nel ruolo di "Desdemona" e mi ha colpito la tua interpretazione, soprattutto nella fase finale della tragedia.
F.B. 28/07/05

Salve,
le avevo scritto dopo aver visto il suo Amleto e in quella occasione mi aveva invitato a vedere l'Otello; così ho fatto lo scorso sabato come d'altronde già programmato quando, con un gruppo di amici, ho acquistato la carta libera gold. Da semplice spettatore posso direle che mi è molto piaciuto; sono convinto di non aver colto simbologie e riferimenti (sono un tecnico e non un umanista) ma come mi era capitato nel Macbeth qualcosa a livello inconscio mi ha raggiunto facendomi apprezzare alcune soluzioni sceniche; insomma... l'acqua ha fatto proprio un notevole effetto. Per quanto riguarda gli attori è Otello ad avermi inchiodato; davvero una notevole energia! Bene, mi sono dilungato fino a troppo... ci vediamo la prossima stagione teatrale.
A. B. 25/07/05

Caro Corrado,
recentemente sono stata al Teatro Libero (ci vengo molto spesso) a vedere Otello, e devo dire che lo spettacolo mi è talmente piaciuto che ci tenevo a farti sapere quanto fossi stato bravo e realistico nella recitazione.Non è il primo spettacolo in cui ti vedo come attore e regista, ho visto anche Caligola, e tra tutti gli spettacoli che ho visto in vari teatri, questi due mi sono rimasti particolarmente impressi per l'intensità della tua interpretazione.
Complimenti davvero, tornerò a vederti al tuo prossimo spettacolo, spero presto.
Ciao
C. 20/07/05

PER ELISA
Ciao,
complimenti per l'Otello! Vi ho visto venerdi; tutti bravissimi, in particolare Otello, Iago e te (anche in Romeo e Giulietta eri proprio brava). Sei anche bellissima.
A.L. 18/07/05

Ciao Elisa
ti scrivo per farti i complimenti, non solo per Otello, cioè per la tua Desdemona, ma anche pertutti i tuoi lavori che ho seguito durante la stagione: Cirano, Amleto ( Romeo e G. delle stagioni scorse, che rimane il mio preferito ). Sono una semplicissima spettatrice non un "tecnico " ne' "critico ", ma volevo solo dirti che apprezzo il tuo lavoro, mi piace il modo in cui reciti, rendi VIVA la tua voce, non saprei come descrivertelo in 
un altro modo. Otello mi è piaciuto molto, mi ha impresioanto l'affogamento " in diretta "... non mi aspettavo questa versione "Iaghiana "di Otello, ma è una visione molto interessante.
Shakespeare mi piace per questo, perchè è molto più sottile di quello che sembra. Ancora complimenti per il tuo talento e il tuo lavoro la vostra compagnia è stupenda ! è una squadra vincente!
Ancora complimenti per questa bellissima stagione... aspettando l'inizio della prossima
Buone Vacanze a tutti voi
M.R 10/07/05

Oramai è prassi che dopo ogni spettacolo messo in scena da Teatro Libero, vi scriva una mail per sapere qualcosa di più di una rappresentazione teatrale che ancora una volta mi ha sorpreso, emozionato, affascinato: ovviamente mi riferisco all’Otello.
Come più volte ho avuto modo di scrivervi, sono un vostro assiduo spettatore e devo dire che questa volta, a parer mio, avete superato voi stessi: sia “locanda Almayer” che “Cyrano” sono oramai dei vostri “classici” che non mi stancherei mai di rivedere…ma Otello non può non inserirsi ai primi posti nella mia personale classifica degli spettacoli preferiti.
Una rappresentazione originalissima, a tratti “claustrofobicamente inquietante” con questo “cubo” che tutto fagocita al proprio interno e tutto espelle: anime, ricordi, pensieri, sensazioni, emozioni, amori, corpi, omicidi, vendette, gioie, disperazioni, speranze, delusioni….
Per non dire delle musiche, tratto più che distintivo di ogni vostra rappresentazione... [...]
In particolare, mi ha molto colpito il pezzo musicale che ha fatto da sfondo al duello tra Otello e Laerte.[...]
Rinnovo i complimenti a tutta la Compagnia e auguro una buona giornata.
R. C. 9/05/05